un progetto Rebel Alliance Empowering\Artecnologia |  © 2007/2017 (reg. SIAE 2014000747-12/03/2014 e succesive integrazioni)

info@napoliade.it

"I Miracoli e i fatti inspiegabili

April 23, 2017

I miracoli e i “fatti” inspiegabili

Quante volte, di fronte a una guarigione inaspettata, anche i medici hanno gridato al miracolo?

 

Nel capitolo 'Il cancro' del suo libro (PsicoNeuroEndocrinoImmunulogia) il Prof. Bottaccioli ci ha racconta lo stupore del famoso oncologo Steven A. Rosenberg di fronte al signor De Angelo che, senza terapie, era riuscito a spazzar via, dal proprio fegato, dallo stomaco e dai linfonodi, masse tumorali in stadio avanzato.

 

"Ma in letteratura sono numerosi i casi segnalati e documentati di cosiddetta 'regressione spontanea' di tumori anche di particolare gravità, come del resto era quello di mister De Angelo. Per esempio, mi ha molto impressionato la lettura, sulla rivista dell'Accademia americana di Dermatologia, di un rapporto di dermatologia dell'Unità di Melanoma dell'Ospedale di Barcellona che, con tanto di foto, documentano la scomparsa di metastasi cutanee dalla gamba di una paziente affetta per l’appunto di melanoma metastatico, che, come e noto, è  una brutta bestia . La donna, settantenne, dopo aver rifiutato la chemioterapia, anche per la sua scarsa  efficacia onestamente comunicata dai medici, se ne è  tornata a casa e si e curata con un estratto di timo, per via locale e per via interna. Ora, scrivono i dermatologi spagnoli, noi non sappiamo se sia stato il timo o che altro resta il fatto che le metastasi sono sparite. Con tutto il rispetto per il timo e per la fitoterapia (di cui sono un appassionato) onestamente e difficile credere che la pianta sia stata in grado di compiere il miracolo.  La pianta forse no, ma la psiche di quella donna forse sì. 0, per dirla meglio, potrebbe aver funzionato la psiche che ha deciso di usare quella pianta con effetti di potenziamento del medicamento  e del sistema Immunitario della paziente. Resta il fatto che le remissioni spontanee di tumori primitivi e anche metastatici, per fortuna, sono più  frequenti di quanto si possa immaginare. Talvolta e possibile documentare una potente attivazione del sistema immunitario, anche in concomitanza con l'uso di sostanze vegetali immunostimolanti.

E’ questo il caso di un'altra impressionante, recente storia di remissione parziale di un voluminoso cancro al fegato di un uomo di 65 anni che, dopo la diagnosi all'Università Cattolica di Seul, in Corea, ha rifiutato la terapia e ha assunto un fungo immunostimolante per un anno e mezzo. Come risultato, scrivono gli oncologi, «il paziente, dall' agosto 2002, ha presentato un netto miglioramento delle lesioni al fegato e delle metastasi allo sterno; al marzo 2005 è vivo, e non presenta alcun segno di aggravamento»

 

Certo, chi crede all'esistenza di un Essere soprannaturale pensa per lo più che questi eventi inspiegabili siano frutto dell'intervento divino. Ma anche i sostenitori dei miracoli devono ammettere che non tutto e spiegabile con l'intervento di un Essere superiore. Lo dimostra la storia del più  famoso luogo dei miracoli dell'Occidente cristiano: Lourdes.

La storia e nota: nel 1858, la quattordicenne Bernadette Soubirous vide la Vergine Maria apparire in una grotta in località Massabielle, vicino a Lourdes, nei Pirenei francesi. Qualche anno più tardi, nel 1862, anche la Chiesa cattolica riconobbe la grotta come luogo di culto e il paesino pireneo e divenuto meta di un pellegrinaggio incessante di persone che vanno a 'cercare la grazia' della guarigione.

In centocinquant'anni si calcola che oltre sette milioni di persone abbiano visitato la grotta.

Dal 1883 vengono registrati accuratamente tutti quei casi in cui si verifica una guarigione miracolosa. In epoca recente, un comitato medico internazionale, composto da venticinque medici, ha valutato scientificamente le 'pratiche' dei miracolati. I criteri sono molto severi e il più possibile scientifici. Solo dopo aver superato il vaglio di questa agguerrita commissione, la Chiesa decide sulla 'pratica'. Fino a oggi, la Chiesa ha riconosciuto solo 40 casi miracolosi, ma le domande sono state 6000! Ora, e evidente che queste migliaia di persone hanno ricevuto qualche vantaggio per la propria salute, se hanno deciso di 'presentare domanda'.

 

E' infatti da escludersi una malafede di massa di queste proporzioni.

[Dunque (n.d.r.)], che cosa vuol dire?  

Vuol dire che anche chi crede ai miracoli deve ammettere che la decisione di recarsi a Lourdes e la permanenza in un luogo carico di suggestione mettono in moto potenti forze auto-curative. Queste persone ricevono forti dosi di emozioni positive che, per tutto ciò che [la scienza ha fino ad ora documentato (n.d.r.)] , influenzano potentemente i grandi sistemi di regolazione generale dell' organismo. Significativo, da questo punto di vista, è il fatto che la gran parte dei 40 miracolati, di cui solo 13 riconosciuti negli ultimi quarant'anni, accusava patologie tumorali e/ o autoimmuni, cioè malattie in cui è fondamentale la connessione psico-neuroimmunitaria, di cui parla David Felten

 

E allora ..?

... che siamo "Fedeli" - dunque convinti "Credenti"-  o cosiddetti "razionali" - che vogliono trovare spiegazioni nella scienza - guardiamo al bene e non ci facciamo "fascinare dal male", lo stress ci fa male, vivere con Gioia non ci fa ammalare!     

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Cos'è la Felicità?

May 2, 2017

1/3
Please reload

Post recenti

April 27, 2017

December 9, 2016

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle